Lavatesta portatile: i 5 TOP scelti dai professionisti [2021]

lavatesta portatile cop

A grande richiesta di diversi lettori e lettrici, oggi vedremo i migliori lavatesta portatili in commercio in Italia.

Capiremo anche come usarli nella maniera migliore e i principali vantaggi rispetto ad altri strumenti.

Ad ognuna di noi sono capitati periodi della nostra vita in cui uscire di casa è un problema, e farsi uno shampoo a casa, non potendo andare dal parrucchiere, è l’unica soluzione possibile.

Il lavatesta portatile è uno strumento utilissimo anche per coloro che sono impossibilitati ad uscire di casa per motivi medici.

Io per prima l’ho usato per un famigliare che non poteva uscire di casa in maniera autonoma ed è per questo che si tratta di uno strumento che mi sta particolarmente a cuore.

La discussione è aperta nei commenti: se hai dubbi o domande puoi scrivermi in fondo all’articolo!

Oggi dunque vedremo:

  • I migliori lavatesta portatili attualmente in Italia, con PRO e CONTRO di ognuno
  • La guida alla scelta del lavatesta migliore per le nostre esigenze

Iniziamo!

Lavatesta Portatile: Classifica [Aggiornata]

5. Teriam – Lavatesta Inclinabile

lavatesta-portatile-1Questo lavatesta portatile ha la comodità che l’asta che lo compone è regolabile, da 78 a 112cm, così si può adattare alla statura di tutte le persone.

Anche la base su cui appoggia, che è a raggiera, gli conferisce grande stabilità. Il tubo di scarico è un po’ troppo corto e rende un po’ complicato lo svuotamento della vaschetta. Dotato di tutti gli accessori necessari, rispecchia le aspettative e la qualità è buona.

Ideale per persone non più autosufficienti o che sono impossibilitati ad uscire di casa per qualsiasi motivo. È facile da montare, è regolabile in altezza e in inclinazione ed è molto comodo. Mi raccomando sempre di seguire attentamente le istruzioni del produttore, in questo modo funzionerà in modo corretto e non andremo incontro a disastri dovuti a disattenzione nel montaggio.

Accertiamoci sempre di aver fissato la vaschetta all’asta e controllare la solidità dell’intera struttura. Ricordiamoci che lo scarico viene posizionato all’interno del lavandino mentre la doccetta viene collegata al rubinetto. Inoltre pensiamo a regolare la lunghezza dell’asta del lavabo al livello delle spalle, in modo da rendere comodo l’appoggio della testa.

Quindi preferiamo sempre un catino basculante da inclinare all’altezza del collo. A questo punto possiamo farci uno shampoo senza alcun problema.

Il prezzo di questo lavatesta portatile è il suo punto di forza, essendo una soluzione pratica e poco dispendiosa.

PRO

  • Costruzione composita in ABS resistente
  • Può essere regolato per soddisfare le esigenze del cliente
  • Facile da riporre

CONTRO

  • Il tubo se non regolato perfettamente tende a perdere
  • La ciotola si ribalta facilmente
  • Non particolarmente stabile
  • La qualità costruttiva della ciotola non elevata

Teriam – Lvatesta Inclinabile – Prezzo: 35,90 euro


4. Mobile Salon – Lavatesta gonfiabile

lavatesta-portatile-2Questo lavatesta portatile è adatto per persone che hanno bisogno di lavare o trattare i capelli rimanendo a letto. Infatti è progettato con il massimo comfort grazie al cuscino comodissimo che si adatta molto bene a qualsiasi collo.

Il cuscino offre un’aderenza ottimale al collo senza comprometterne la funzionalità. Si gonfia molto facilmente e altrettanto facilmente si ripone: si pulisce molto velocemente, si sgonfia e poi si ripone nella sua robusta custodia da trasporto.

Questa base gonfiabile mobile è il prodotto perfetto per lavarsi i capelli con facilità soprattutto in momenti particolari della nostra vita. È anche un’ottima alternativa al parrucchiere in quanto è un lavatesta portatile che può essere attaccato a qualsiasi lavandino.

Che la persona sia a letto o sulla sedia a rotelle, questo lavatesta gonfiabile mobile rende il lavaggio dei capelli un gioco da ragazzi. È uno strumento molto versatile, che può essere utilizzata sia a letto come in poltrona, poiché basta usare un secchio per raccogliere l’acqua, che va nello scarico, non sul collo.

Questo prodotto è un ottimo strumento per operatori sanitari e stilisti professionisti. Il lavatesta mobile ha un design tale da incanalare l’acqua direttamente nello scarico, quindi niente più acqua sul bancone e sul lavandino. E’ particolarmente utile per gli anziani quando non riescono a sedersi.

Il poggiatesta mobile fornisce anche supporto per il collo e può essere regolato per la facilità dell’utente. Ma è anche ideale per tagliare capelli corti, poiché basta sistemare un sacchetto di plastica sul retro del lavatesta così da poter raccogliere tutti i capelli.

In complesso si può dire che questo lavatesta portatile risulta molto comodo e funzionale, soprattutto se usato in circostanze particolari. Avvolge bene, l’acqua scorre veloce a patto che ci sia la giusta inclinazione e si ripone facilmente, occupando poco spazio.

PRO

  • Altamente regolabile
  • Facile da gonfiare
  • Facile da pulire
  • Leggero e portatile

CONTRO

  • L’acqua tende a fuoriuscire se non regolata correttamente
  • Lo spazio sul collo a volte non aderisce perfettamente
  • Il bacino mobile non offre abbastanza ammortizzazione

Mobile Salon – Lavabo gonfiabile – Prezzo: 29,95 euro


3. Teriam – Lavatesta + Doccetta

Passiamo ad un lavatesta particolarmente leggero con dimensioni davvero compatte, capace di adattarsi in qualsiasi stanza, occupando il minimo ingombro.

Ma il fatto di essere leggero non compromette la stabilità e la robustezza nel suo complesso. Quello che soddisfa è il pacchetto-accessori che offre, comprendente sia il tubo per lo scarico dell’acqua sia la doccetta compatibile con la maggior parte dei rubinetti che troviamo in commercio. Guardiamo le sue caratteristiche: è di facile montaggio, seguendo attentamente le istruzioni.

L’asta su cui poggia la vaschetta è in acciaio e termina a raggiera con cinque bracci che assicurano stabilità e aderenza al pavimento. La vaschetta è in plastica e il collo poggia comodamente durante le operazioni di lavaggio. Questo lavatesta è sicuramente funzionale e l’asta regolabile in altezza e il lavatesta basculante soddisfano qualsiasi esigenza, sia che venga usato per i bambini sia per persone disabili.

Infatti la vaschetta basculante è estremamente comoda, perché permette alla testa dei piccoli movimenti, così da evitare fastidi al termine del lavaggio. Qualche lamentela si può muovere sulla qualità della plastica, che risulta un po’ fragile.

PRO

  • Molto leggero
  • Molto compatte le dimensioni
  • È facile da usare
  • Prezzo contenuto rispetto alla media

CONTRO

  • La lunghezza del tubo è non è elevata
  • È un po’ traballante
  • Lo scarico d’acqua non è comodissimo

Teriam – Lavatesta + Doccetta – Prezzo: 40,00 euro


2. Alteax – Lavatesta professionale

lavatesta-portatile-alteaxIl punto di forza di questo prodotto è il prezzo, in quanto la qualità è ottima. La possibilità di poter regolare sia l’altezza dell’asta che l’inclinazione della vaschetta è sempre una cosa molto gradita.

In questo modo la testa trova una posizione comoda senza avvertire alcun tipo di tensione muscolare e poter regolare l’altezza permette di non sottoporre la schiena a inutili sforzi.

Molto facile da montare grazie alle istruzioni esaurienti, è corredato da figure dettagliate oltre a cacciavite e chiave per l’assemblaggio.

All’apparenza il tubo di scarico sembra piuttosto corto, ma è allungabile e quindi non occorre stare attaccati al lavandino. Pur essendo piuttosto leggero, il suo peso si aggira sui 3 kg, garantisce una grande stabilità e sicurezza al pavimento ed è molto facile da spostare.

Mi piace molto infatti la struttura in acciaio dell’asta che rende il tutto molto robusto e la base a cinque raggi assicura un ottimo sostegno. È un prodotto davvero utile, in special modo per persone che presentano una disabilità momentanea, e per persone anziane che faticano ad uscire di casa, poiché è un lavatesta che si adatta facilmente alle esigenze di qualsiasi persona.

Senza dubbio uno dei migliori lavatesta portatili ad uso domestico, capace di adattarsi tranquillamente anche ad un uso professionale.

PRO

  • Lavatesta davvero facile da spostare
  • Realizzato in composito ABS altamente resistente
  • Base piuttosto larga con cinque gambe
  • Tubo di scarico allungabile
  • Bacino regolabile per l’utilizzo con qualsiasi sedia
  • Resistente alle macchie e facile da pulire

CONTRO

  • Il tubo flessibile non ci è sembrato di enorme qualità
  • La parte del collo del lavandino non è ampia
  • La ciotola non è profondissima
  • Montaggio non semplice come altri lavatesta

Alteax – Lavatesta professionale – Prezzo: 45,99 euro


1. Eurostil – Lavatesta regolabile basculante

lavatesta-portatile-miglioreQuello di Eurostil è a mio avviso il migliore lavatesta portatile in commercio, adatto sia ad un uso domestico che ad un uso professionale.

Viene fornito con tubo di scarico per facilitare lo svuotamento, è regolabile in altezza così da poter essere utilizzato con qualsiasi sedia ed è reclinabile, in modo da poter offrire il massimo comfort ed evitare problemi alla schiena ed al collo.

Il valore aggiunto di questo prodotto è la bacinella, veramente capiente e comoda e grazie ai bordi alti è possibile lavare la testa in tutta comodità, soprattutto se si hanno i capelli lunghi, così da poterli risciacquare comodamente, senza il rischio di bagnare tutto intorno.

Molto stabile e profondo, si monta con facilità, l’asta è in acciaio con un piedistallo a cinque raggi, e non occupa uno spazio eccessivo.

È evidente che più il catino è ampio e largo, la libertà di movimento in fase di lavaggio è maggiore, e quando si hanno lunghi capelli questa è una grande comodità. Infatti il bordo rinforzato impedisce che l’acqua ci scorra sul collo e avendo maggior spazio potremo farci massaggiare la testa durante lo shampoo senza alcun problema.

Nel complesso un lavatesta portatile capiente, stabile e in grado di adattarsi sia ad esigenze professionali che domestiche. La capienza della bacinella permette di lavorare con cura, senza preoccuparsi di perdite o schizzi per tutta la zona circostante.

Ottima la maneggevolezza, che permette di regolarlo in altezza e inclinazione (oltre che di trasportarlo con facilità).

Senza dubbio il migliore lavatesta portatile attualmente in commercio.

PRO

  • La ciotola è molto stabile, e regolabile in altezza e inclinazione
  • La ciotola è enorme e molto confortevole
  • Ciotola resistente alle macchie e allo scolorimento
  • Eccellente comodità di utilizzo
  • Aderisce bene al collo evitando perdite d’acqua
  • Facile drenaggio dell’acqua

CONTRO

  • Un po’ ingombrante
  • Anche se l’altezza è regolabile, non è possibile abbassarla più di tanto

Eurostil – Lavatesta regolabile basculante – Prezzo: 59,99 euro


Lavatesta portatile: Guida all’acquisto

Come abbiamo visto, il lavatesta portatile è un accessorio che permette di lavare la testa in condizioni di difficoltà motorie oppure di agevolazioni pratiche. Troviamo sul mercato lavatesta adattabili al lavandino o alla sedia, così da permetterci di lavarci i capelli quando vogliamo senza trasformare il bagno in un lago!

Si tratta un articolo ideale per parrucchieri che fanno servizi a domicilio, ma si possono creare situazioni particolari per cui non è possibile andare dal parrucchiere e desideriamo organizzarci per conto nostro. Adesso esistono in commercio lavatesta portatili adattabili a varie situazioni e che possiamo installare a casa, per cui possiamo tranquillamente farci uno shampoo senza allagare il bagno.

Dal momento che queste strutture sono portatili, stiamo attenti al loro peso, perché la facilità con cui le possiamo spostare da un locale all’altro è molto importante.

La realtà, è che se il lavatesta è pesante e scomodo, alla lunga passa la voglia di adoperarlo.

Ricordiamoci sempre che aprire e chiudere un lavatesta deve essere un’operazione semplice. Quindi non acquistate prodotti complicati. Infatti se l’utilizzo è per uso domestico il lavatesta deve essere richiuso agevolmente e occupare pochissimo spazio.

La comodità della vaschetta è fondamentale e deve essere assolutamente basculante. Questo ci permette di piegare la testa all’indietro senza sentire nessuna tensione muscolare e il supporto si muoverà assieme al capo. Per chi ha capelli particolarmente lunghi consiglio di orientarsi nell’acquisto di una vaschetta grande e profonda, e questo consentirà di poter sciacquare meglio i capelli.

Anche le aste, che generalmente sono in ferro o in acciaio, devono essere regolabili e generalmente si chiede un’estensibilità che sia compresa tra i 78 e i 120cm circa. Ovvio che la struttura deve risultare stabile e aderente al pavimento, e quasi tutte sono dotate di una base a cinque razze, pratica e poco ingombrante.

Il lavatesta portatile può venire incontro alle esigenze di persone anziane, di disabili, di bambini che odiano lavarsi i capelli sotto la doccia, o a chiunque sia impossibilitato ad uscire di casa.

Esistono poi delle bacinelle gonfiabili molto utili in situazioni particolari. Permettono infatti uno shampoo a chi non si può alzare dal letto, rimanendo in posizione supina. Sono modelli pratici e confortevoli, dotati di un morbido poggia testa.

Alcuni modelli presentano un doppio bordo così da evitare di bagnare il letto. Sono dotati di un tubo di scarico e in questo modo l’acqua può essere raccolta in un catino. Una volta lavati e sgonfiati occupano pochissimo spazio.

Struttura del lavatesta portile

Come è strutturato un lavatesta portatile? Troviamo un catino ricurvo di ampia dimensione, che se posizionato in un certo modo permette di farci lavare i capelli da qualsiasi persona.

Volendo lo si può adattare anche al letto, se ci troviamo impossibilitati ad alzarci. Controlliamo sempre che i vari raccordi di carico e scarico si possano collegare al lavandino tradizionale. Guardiamo sempre che la base sia stabile, e questo è molto importante per evitare che si possa ribaltare.

È importante che si acquisti un modello con un’altezza regolabile, così da poter essere utilizzato con qualsiasi tipo di sedia, e che possa essere anche reclinabile, per offrire il massimo comfort.

Controlliamo che il copri bordo poggia testa sia in materiale morbido, tipo silicone, e preferibilmente basculante, per garantire comodità a chi vi si appoggia e che il tubo di scarico abbia una lunghezza di circa due metri, in modo da permettere di scaricare l’acqua anche a distanza.

Quando si fa un acquisto di questo tipo si guarda anche al peso, e la facilità con cui si può spostare da un locale all’altro è un valore aggiunto. La maggioranza di questi prodotti vengono costruiti in materiale plastico, il che rende la struttura molto leggera.

Dimensione della vaschetta

Una cosa importante che dobbiamo considerare è quanto vogliamo grande la vaschetta, che deve avere dimensioni sufficienti per poter essere utilizzata da adulti e da bambini. Tuttavia, attenzione alle vaschette troppo ingombranti, che rischiano di diventare poco maneggevoli.

Naturalmente se abbiamo una chioma fluente è inevitabile che ci orienteremo su un genere di ciotola ampio, perché altrimenti il risciacquo non sarà perfetto ed il risultato finale sarà deludente.

Esiste anche il lavatesta gonfiabile, in assoluto il più semplice. Questo modello non è altro che un lavatesta gonfiabile nella parte del collo, senza struttura che la regga, e la sua peculiarità consiste nell’adattarsi facilmente a qualsiasi lavandino, ed è utilissimo per persone che si ritrovano sulla sedia a rotelle e che sono in difficoltà.

Comodo anche per i bambini, è molto semplice ed essenziale, ma per coloro che cercano un oggetto più professionale e robusto non va bene.

Materiale utilizzato

La maggior parte dei lavatesta portatili sono realizzati in plastica, così la struttura risulta particolarmente leggera. Cerchiamo sempre un materiale plastico di alta qualità, e che sia resistente alle macchie: anche a casa utilizziamo le tinte per capelli, e questi prodotti chimici possono lasciare aloni sulla bacinella di lavaggio.

Attenzione alla scelta della plastica, scegliamo quelle di miglior qualità e resistente alle macchie. Se usiamo la vasca con prodotti chimici per capelli, terminato lo shampoo eseguiamo una pulizia accurata della bacinella, poi asciughiamo il tutto così evitiamo che il materiale plastico possa scolorirsi. Alcuni modelli sono comprensivi di doccetta, così da rendere più facile il lavoro di lavaggio.

Collegamenti per la ciotola

Oltre alla vaschetta, dobbiamo sempre controllare la stabilità del nostro acquisto, composto dall’asta regolabile in ferro, che potremo fissare a seconda della nostra altezza, e che è dotato di una base raggiata solida e resistente, e soprattutto da tubo di scarico.

La lunghezza del tubo dovrebbe essere tale da permetterci una buona libertà di movimento intorno alla postazione. Se sono troppo corti e non hanno una discreta flessibilità possono risultare scomodi e poco maneggevoli, costringendoci a collocare il lavatesta troppo vicino al lavandino.

Molti lavatesta portatili sono dotati di doccette, che si possono collegare al rubinetto, e in questo modo avremo sempre una fonte d’acqua diretta potendo miscelare la temperatura. I migliori modelli di lavatesta hanno tutti questi accessori, compreso il sistema per bloccare il tubo di scarico.

Spazio disponibile

È un aspetto da considerare, che spesso sottovalutiamo. Se non abbiamo problemi di spazio, si può acquistare una vaschetta di grandi dimensioni. Comoda, stabile e che asseconda i movimenti della testa. Ma se abbiamo problemi di spazio, una vaschetta portatile di piccole dimensioni è l’acquisto più indicato.

Prezzo del lavatesta portatile

Ci sono lavatesta portatili con prezzi diversi disponibili sui siti web di shopping online. Bisogna prendere in esame tutti i fattori che ho elencato, ma non è detto che se il prezzo è basso avremo un prodotto di bassa qualità. In questo caso, bisogna capire quale è’ l’articolo che ci interessa e che può soddisfare le nostre richieste.

Esistono anche modelli dal design particolarmente elegante e curato, che fanno la loro figura sia a casa nostra come in un salone di bellezza. Una cosa che merita particolare attenzione è la qualità della plastica: se è di scarsa qualità la bacinella potrebbe tendersi a rompere dopo pochi mesi di utilizzo.

Asta regolabile

Abbiamo visto come un perfetto lavatesta portatile deve venire acquistato in base alle esigenze della persona che lo dovrà utilizzare. È ovvio che tutte le persone non hanno le stesse dimensioni e la medesima altezza. Quindi diventa indispensabile che l’asta sia regolabile e più è grande l’estensione, più diventa agevole lavare i capelli dei più piccoli come fare uno shampoo a persone dalla statura più alta.

Oltre all’asta regolabile in altezza ed al tubo di scarico che deve essere di facile gestione ricordiamoci che la vaschetta deve essere basculante, per garantire una grande comodità e potersi adattare a tutte le teste. La maggioranza dei lavatesta portatili possono essere utilizzati con qualsiasi tipo di sedie standard, così da garantire il massimo comfort.

Pertanto, un lavatesta portatile deve offrire le necessarie funzioni di regolazione e di stabilità, cosa molto importante perché bisogna evitare il ribaltamento della struttura nel caso si applichi una qualche pressione su un lato.

Accessibilità di un tubo di scarico lungo

Un lavatesta portatile è più utile se presenta un tubo di scarico di dimensioni notevoli. Il tubo deve poter raggiungere una vasca, una doccia o un lavandino. Se il tubo è lungo possiamo spostare il lavatesta senza impedimenti così da poterlo collegare a uno scarico vicino al lavandino ed avere più spazio di movimento. Tutto questo riduce il rischio di creare delle perdite di acqua nella zona circostante il lavatesta portatile.

Stabilità e manutenzione

Anche l’equilibrio e la stabilità del lavatesta portatile sono molto importanti. Sono particolarmente stabili quelli che sono dotati di una base a cinque o più raggi raggi, perché assicurano un ottimo sostegno in fase di utilizzo. Essendo portatili dobbiamo sempre assicurarci che siano stabili, come i modelli fissi.

Un ultimo consiglio sulla manutenzione: dopo l’utilizzo ricordiamoci sempre di pulire la vaschetta e di fare un abbondante risciacquo. Ricordiamoci che se vengono usati prodotti chimici per capelli, la pulizia deve essere accurata, altrimenti rischiamo di trovare la vaschetta macchiata. Per ultimo la asciughiamo bene completamente e la riponiamo.

Ecco dunque tutto quello che c’è da sapere sulla scelta del migliore lavatesta portatile attualmente in commercio.

Per qualsiasi dubbio, domanda o curiosità non esitare a scrivermi nei commenti, qui sotto all’articolo!

Ormai ben più sugli "anta" che gli "enta", ho un'esperienza decennale in ambito cosmetico, sia per quanto riguarda la selezione degli ingredienti che per quanto riguarda l'analisi dei makeup. Nella mia carriera ne ho viste -letteralmente- di tutti i colori (stravagantissimi Vip compresi). Nel 2015 ho deciso di aprire un blog di makeup con una mia socia, viste le continue richieste di consigli. Ciò di cui parlo l'ho sperimentato sulla mia pelle...e sulla pelle degli altri!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here