Lo scaldacera professionale è uno strumento di bellezza utilissimo, che al giorno d’oggi è diventato compagno fidato non solamente dei saloni di bellezza, ma anche di molte nostre case.

Abbiamo già visto le creme depilatorie migliori, in sostituzione della classica cera da depilazione. Ma per chi preferisce restare sulla classica ceretta oggi vedremo tutto ciò che c’è da sapere sul migliori scaldacera professionali. Vedremo infatti:

1) I migliori scaldacera professionali che possiamo acquistare facilmente a prezzi accessibili

2) COME usarli al meglio, compreso la manutenzione minima neessaria a farli durare anni!


Scaldacera professionale: vale davvero la pena acquistarlo?

In generale, quando si parla di scaldacera, si intente lo scaldacera professionale detto a “barattolo”, ossia quello strumento dotato di camera riscaldante alimentato a corrente elettrica dentro al quale va sciolta la cera.
Questo tipo di modelli sono quelli utilizzati sia per uso domestico che anche in centri benessere.

Ovviamente i saloni solitamente usano scaldacera con da minimo 1 L, ma tipicamente i modelli che si incontrano sono gli stessi

Scegliere uno scaldacera professionale, invece che uno economico garantisce diversi vantaggi, anche economici, infatti:

  1. È possibile utilizzarlo con qualsiasi tipo di cera senza problematiche.
  2. Non è necessario mantenere un occhio di falco sull’apparecchiatura per paura di bruciare la cera. Infatti i prodotti a maggior qualità mantengono una temperatura massima costante perfetta per mantenere la cera liquida senza bruciarla.
  3. C’è un effettivo risparmio energetico, visto che gli scaldacera migliori hanno dispersioni di calore minime, mentre quelli più economici hanno un consumo energetico anche doppio.
  4. Sono in grado di sostituire tranquillamente gli apparecchi dei centri benessere, con un ovvio risparmio in termini di denaro.
  5. Il prezzo di uno scaldacera professionale è di poco superiore a quello dei dispositivi più economici, rendendo “l’investimento” assolutamente affrontabile e di valore molto maggiore.

Come si usa uno scaldacera in maniera corretta?

Lo scaldacera è uno strumento piuttosto semplice nell’utilizzo, che tuttavia richiede alcuni accorgimenti sia per un corretto funzionamento sia per seguire le basilari norme igieniche del caso.

scaldacera professionale come usarlo
In immagine scaldacera professionale Mealiss, che vedremo in classifica

Innanzitutto bisogna inserire lo scaldacera in una presa elettrica facendo avvolgere il colletto dello scaldacera nell’apertura della parte superiore.

Quindi possiamo versare la cera nel contenitore apposito per il riscaldamento. La cera solitamente va lasciata per almeno una ventina di minuti, ossia fino a quando non appare di una consistenza densa, ma morbida, come se fosse miele.
La cera va prelevata con la spatola di plastica, che dopo l’utilizzo andrà accuratamente lavata. Quando gli utilizzatori sono più di uno, solitamente è consigliabile utilizzare spatole diverse.

scaldacera professionale test

La procedura del lavaggio dello scaldacera è una fase altrettanto importante per la sua salvaguardia e corretto utilizzo.
Solitamente si lascia il riscaldatore acceso mentre si riempie la camera dello scaldacera con detersivo per 1/3. In questa fase lo scaldacera deve essere abbastanza caldo da mantenere liquidi i residui di cera, ma non cosi tanto da far bollire l’acqua!

Insieme al detersivo spesso è utilizzato un panno di lana, che permette di assorbire i residui di cera senza graffiare la camera. Infine il panno si può lavare sia ad umido che a secco; in quest’ultimo caso si possono rimuovere i residui di cera rimasta staccandoli una volta secchi.

Scaldacera professionale: COME lo scelgo?

Indipendentemente da QUALE dei tanti scaldacera presenti in commercio deciderai di scegliere, esistono alcune caratteristiche che sono imprescindibili e che bisogna sempre tenere a mente nella scelta di uno scaldacera professionale.

Nella scelta dei miei 3 preferiti ho tenuto esattamente conto di tutte le caratteristiche che cito in questo elenco (anche dopo averne provati diversi).

Vediamo insieme brevemente quali sono le caratteristiche principali che deve avere un buon scaldacera.

Ma ovviamente queste regole valgono per qualsiasi apparecchio e dunque ti permettono di scegliere in base alle tue preferenze!

Che capacità deve avere lo scaldacera?

Gli scaldacera moderni sono disponibili in varie dimensioni e capacità. È fondamentale determinare le esigenze correnti e future. Ad esempio, uno scaldacera per uso individuale non deve essere eccessivamente voluminoso o complesso come quello usato in un salone o nel salone di bellezza.
Per un uso in casa propria, in generale uno scaldacera da 400/500 mL andrà benissimo.

Quale potenza è consigliata per un buon scaldacera professionale?

Uno scaldacera di buona qualità è in grado di aumentare la temperatura molto rapidamente in modo da sciogliere in tempi brevi qualsiasi tipo di cera. I modelli a barattolo che vediamo in questo articolo sono dotati di termostato, il quale all’aumentare del wattaggio avrà maggiore facilità a sciogliere la cera. In generale gli scaldacera con cui ho avuto a che fare io oscillano fra i 90 e i 300 watt, anche se quest’ultimo wattaggio lo si trova solo per gli scaldacera di dimensioni maggiori, che devono mantenere una temperatura costante di grosse quantità di cera.
Per un uso domestico i tipici 100/110 watt sono la scelta ideale.

In quanto tempo si scioglie la cera in uno scaldacera professionale?

Un buon scaldacera professionale dovrebbe riscaldare rapidamente la cera in esso contenuta, sciogliendola in circa 1-3 minuti. I modelli di maggiore qualità sono dotati di un termostato variabile o di una temperatura regolabile che consente all’utente di selezionare la modalità (o temperatura) preferita.

Che temperatura raggiunge uno scaldacera professionale?

scaldacera-professionale-cestello

Uno scaldacera professionale può raggiungere solitamente gli 80 °C. Questi tipi di scaldacera sono dotati di un termostato regolabile che consente all’utente di selezionare e modificare la temperatura a piacimento oltre che di mantenerla costante.

I modelli più avanzati, inoltre, lavorano a livelli differenti di temperatura, dove il livello più alto serve a fondere rapidamente la cera, mentre quelli medi e bassi servono a mantenere la temperatura costante.
In generale, la temperatura adatta a far fondere qualsiasi tipo di cera è intorno ai 70-80 °C, mentre una volta fusa, per il mantenimento della stessa in fase liquida (senza scottarsi) il mio consiglio è di attestarsi sui 40-50°C.

Lo scaldacera è uno strumento sicuro?

In generale lo scaldacera è un apparecchio molto sicuro. Tuttavia è fondamentale scegliere scaldacera dotati di funzionalità di sicurezza avanzate. Ad esempio, uno scaldacera professionale è dotato di un arresto automatico che impedisce il surriscaldamento del vaso contenitore e dell’involucro. Altri accessori molto utili e che solitamente prediligo, sono le maniglie, gli indicatori di livello e anche la lunghezza del cavo, che deve permettere buona libertà di omvimento.

Come pulisco uno scaldacera professionale?

La pulizia dello scaldacera, soprattutto se usato a livello professionale, è un aspetto fondamentale e avviene usando panni di carta e oli specifici. La vasca contente la cera può essere lavata in un secondo momento con acqua. Visto l’importanza dell’argomento, approfondiremo questo aspetto al termine dell’articolo.

Quale cera devo scegliere per lo scaldacera?

mealiss-ceraLe scelte per il tipo di cera sono davvero tantissime. In generale cerchiamo una cera delicata, ipoallergenica e possibilmente che abbia delle essenze vegetali che diano un leggero contributo idratante alla pelle.

Quella che consiglio io è quella certificata CE da Plastimea, perchè è un brand francese che produce la cera in Francia. Inoltre, con poche decine di euro si porta a casa un pacchetto da 1 Kg che ci durerà quasi un intero anno. Da questo punto di vista andrei sul sicuro su un brand affidabile.

Plastimea – Ceretta Brasiliana (1Kg) – Prezzo: 29,00 euro


Scaldacera professionale: la CLASSIFICA [Aggiornata]

Seguendo questi punti fondamentali sei già in grado di scegliere in maniera autonoma il migliore scaldacera professionale per le tue esigenze!

Adesso abbiamo una buona infarinatura sul COME scegliere e usare uno scaldacera.

Adesso vediamo i migliori scaldacera professionali che ovviamente rispettino tutte le caratteristiche che abbiamo visto in precedenza!

Scaldacera professionale: affidabile

5. Plastimea  – Mealiss 120

scaldacera-professionale-kit-mealissIniziamo col dire che Mealiss è un brand Plastimea, ossia un brand francese garantito con marchio della comunità Europea.

Per quelle di noi che amano avere i “kit tutto incluso”, Mealiss è ciò che fa al caso nostro. Si tratta di uno scaldacera professionale di alto livello, corredato già da cera, spatole e olio idratante, in modo da poter iniziare subito con ceretta.

Consideriamo che questo kit per ceretta Brasiliana permette di andare avanti davvero per diversi mesi! Contiene: 1 scaldacera elettrico professionale brasiliana, 1 Kg di ceretta brasiliana aromatizzata e colorata, 20 spatole in legno, 100 ml olio post ceretta per idratare la pelle. Il formato scorta con 1 kg di ceretta permette di realizzare la ceretta e depilarsi gambe, inguine, sopracciglia, baffetti e altre zone del corpo per diversi mesi.

Perché mi piace:
Uno scaldacera professionale davvero ottimo: affidabile, a marchio CE, in grado di resistere anni senza cedimenti. Il kit permette, ad una cifra minima, di essere a posto con la ceretta brasiliana per quasi 1 anno. Il migliore in assoluto per rapporto qualità prezzo.

Tempo medio fusione cera: 15 min – Potenza: 120 W – Volume cestello: 500mL

Plastimea  – Mealiss 120 – Prezzo: 59,90 Euro


Scaldacera professionale Economico

4. LuckyFine – Scadacera

luckyfine scaldacera economico professionaleLuckyfine è il ramo europeo della controparte cinese di Hong Kong. Essenzialmente è un brand ormai stabile nel mercato europeo che propone prodotti di discreta qualità a prezzi il più possibile vicini ai costi di fabbrica.

Non aspettiamoci qualità pari a quella di manifatture europee, ma nell’invasione generale di prodotti cinesi, Luckyfine è uno di quelli preferibili. (E no: dire che tanto tutto al giorno d’oggi è prodotto in cina non vale, perchè i produttori occidentali che producono in cina garantiscono il controllo qualità del proprio paese).

Capacità di mezzo litro, buona potenza, questo scaldacera è costituito da una pentola di cera rimovibile in acciaio inossidabile che facilita la rimozione per la pulizia.

Uno scaldacera professionale economico, che fa il suo lavoro. Meglio di tantissimi altri “giocattoli” cinesi. In più, nel kit troviamo diversi pacchetti di cera in omaggio.

Perché mi piace:
Se cerchiamo uno scaldacera economico, ma di discreta fattura, questo è la risposta. Facile da usare, dignitosamente affidabile, ha tutto quello che possiamo chiedere ad uno scaldacera. Io spenderei 10-20 euro in più per un prodotto Europeo, ma senza alcun dubbio questo è uno scaldacera dal prezzo unico.

Tempo medio fusione cera: 20 min – Potenza: 100 W – Volume cestello: 500mL

LuckyFine – Scadacera – Prezzo: 28,99 Euro


Scaldacera professionale: affidabile

3. Lofter – Scaldacera elettrico

scaldacera-professionale-3Passiamo ad uno scaldacera ad un buon prezzo, ma capace di non farsi mancare nulla. È uno scaldacera con vaso da 500 mL, dotato di termostato elettronico. È in grado di mantenere la temperatura costante con grande stabilità rimanendo in funzione diverse ore senza mai avere variazioni della temperatura.

Ho apprezzato il cerchio salva bordo, utile per evitare che eventuali colature di cera sporchino il fornello oltre che come appoggio per la spatola.
I tempi di fusione della cera sono piuttosto ristretti, circa 20/25 minuti a cestello pieno.

Nota di merito: all’acquisto dello scaldacera troveremo in confezione anche diverse buste profumate di cera, oltre che spatola, tutto in omaggio. E’ una “sorpresa” che certamente non risulterà sgradita!

Perché mi piace:
Uno scaldacera di dimensioni ridotte, che fa bene il suo lavoro, ad un prezzo ragionevole per un prodotto professionale. Un prodotto che fa dell’affidabilità il suo marchio di fabbrica. Davvero consigliato.

Tempo medio fusione cera: 20 min – Potenza: 110 W – Volume cestello: 500mL

Lofter – Fornello Scaldacera – Prezzo: 39,99 Euro


Scaldacera professionale: miglior rapporto qualità/prezzo

2. Plastimea Pro –  Mealiss

scaldacera professionale mealissMealiss 10 è uno scaldacera semi-professionale piuttosto economico, ma che non ha veramente nulla da invidiare agli scaldacera più costosi.

Il wattaggio non è elevatissimo, ma grazie alle ridotte dimensioni e alle minime dispersioni di calore è in grado di fondere qualsiasi tipo di cera in brevissimo tempo.

Viene fornito con un cestello in alluminio smontabile per un facile inserimento della cera e per una maneggevole pulizia a fine trattamento. La robusta copertura trasparente consente di osservare il processo da vicino senza rimuovere il coperchio, permettendoci di capire a che punto è la fusione della cera. In media, questo scaldacera richiede sui 20 minuti per completare il processo riscaldante.

Anche in questo caso abbiamo in omaggio diverse bustine di cera (quasi mezzo chilo) e olio post ceretta idratante. Non male!

Il Mealiss 10 è uno scaldacera professionale che gode di un enorme seguito a causa del suo design semplice ed efficace, oltre che grazie alla completezza degli accessori e alla facilità d’uso.

Un consiglio. Poiché oltre una certa temperatura la resistenza riscaldante si spegne, il mio consiglio è di far fondere la cera e successivamente mettere la regolazione della temperatura a mezza via, in modo che il riscaldamento continui, ma come mantenimento della cera fusa e non come riscaldamento continuo!

Perché mi piace:
Pratico, leggero, affidabile e dal prezzo ottimo. È uno degli scaldacera più conosciuti e acquistati in assoluto, parente stretto del Plastimea 120 che abbiamo visto in precedenza. Un prodotto Europeo affidabile e non a caso tra i più venduti in Italia. 

Tempo medio fusione cera: 20-25 min – Potenza: 100 W – Volume cestello: 500mL

Plastimea – Fornello Mealiss – Prezzo: 45,00 EuroSconto 22% – Prezzo: 34,00 Euro


Scaldacera professionale: il migliore

1. Biemme – Scaldacera Basic

scaldacera professionale biemmeChi ha detto che devi visitare un salone di bellezza per dedicarti alla ceretta in maniera professionale?
Lo scaldacera Basic della Biemme è un prodotto made in Italy di grande qualità e valore.

Garantisce un’affidabilità ed efficacia uniche nella categoria ed è risultato tra i migliori scaldacera in assoluto nel 2017. È un’unità progettata professionalmente in grado di lavorare con qualsiasi tipo di cera rendendola liquida in non oltre 15 minuti.

Questo scaldacera è dotato di un elemento riscaldante da 150 watt che garantisce un riscaldamento di qualità ottima e costante, mentre il cestello smontabile foderato in gomma rende molto semplice sia l’introduzione della cera calda che il processo di pulizia e di manutenzione. La manopola di controllo del termostato è ben posizionata e facile da usare mentre il cestello in gomma assicura che il calore sia distribuito in maniera uniforme.

Parliamo di un fornello scaldacera italiano con marchio CE, affidabile e professionale, ideale non solo per un uso domestico, ma anche per i centri estetici (magari prendendo il cestello con almeno 1 litro di volume).

Perché mi piace:
Uno scaldacera professionale, eccellente sotto tutti gli aspetti. Un prodotto di alta qualità adatto sia all’uso domestico che all’uso professionale. Un made in Italy che non ci deluderà nè per qualità del risultato, nè per l’affidabilità dello scaldacera. “Italians do it better”.

Tempo medio fusione cera: 10 min – Potenza: 150 W – Volume cestello: 500mL

Biemme – Fornello Scaldacera Basic – Prezzo: 69,00 Euro


Come pulisco lo scaldacera professionale?

Se sei un estetista, sicuramente sai che l’acquisto di nuovi accessori per la ceretta per la tua attività è un investimento, che tu lavori da casa, all’interno di un salone di bellezza, o in un qualsiasi locale attrezzato.

Le estetiste non spendono soldi per attrezzature da cambiare in pochi anni. Al contrario, cercano scaldacera a lunga durata, carrelli per ceretta, sterilizzatori cosmetici o qualsiasi altro tipo di dispositivo, ma che sia di buon livello. La scelta di marchi di alta qualità (come quelli che abbiamo visto) è un fattore chiave per il successo, ma oltre a ciò, una pulizia adeguata, misure di sicurezza intelligenti e una manutenzione regolare sono ugualmente importanti per ottenere il massimo dal proprio investimento.

Per quanto riguarda gli scaldacera, non sono difficili da mantenere al top dell’efficienza se sai come fare. Ho raccolto alcuni consigli che permetteranno di garantire l’affidabilità dello strumento davvero per molti anni a venire.

1. Lascia lo scaldacera leggermente caldo durante la pulizia

Rimuovere la cera rimanente dopo l’ultimo trattamento della giornata è il primo passo per pulire uno scaldacera. Aspettare che la cera si raffreddi non sarà la migliore strategia di pulizia, poiché la cera a temperatura ambiente non sarà facile da rimuovere. Rimuovere la cera quando è ancora un po’ caldo è il modo migliore per facilitare e velocizzare la pulizia, prendendo le precauzioni necessarie per non bruciarti le mani, ovviamente. Al termine dell’ultimo trattamento della giornata, fai sciogliere la cera fino a quando non diventa liquida, quindi spegni il dispositivo e continua con il passaggio seguente.

2. Utilizza strisce di cera per la pulizia

Dopo aver rimosso ciò che resta della cera utile, è possibile utilizzare una carta o una striscia di cera per rimuovere i resti. Non utilizzare batuffoli di cotone poiché potrebbero rompersi e attaccarsi alla pasta. Alcuni estetisti raccomandano anche di usare il rullo del lettino con oli per la rimozione della cera (gli stessi rullini che usi per i tuoi clienti, sì!).

3. Sterilizzare lo scaldacera

Per sradicare i batteri e disinfettare i prodotti che usi, devi sterilizzare gli articoli non usa e getta con cui lavori, tra cui pinzette, spatole metalliche o pentole di alluminio in cui versi la cera per fonderla sullo scaldacera professionale.

Il rimedio “vecchia scuola”: dopo aver rimosso la cera, versa acqua bollente nella vaschetta dello scaldacera e lasciala 1 minuto. Una volta asciutta, sarà sterilizzata!

Se lavori da sola o non disponi di un budget elevato per un salone professionale, ottenere attrezzature per la sterilizzazione del salone professionale a prezzi ragionevoli può essere difficile. Tuttavia, è possibile utilizzare sterilizzatori per scaldasalviette UV o spray sterilizzanti.

4. Applicare oli sugli scaldacera

Se ci sono gocciolamenti o macchie nello scaldacera, è possibile rimuoverli usando olio minerale e un panno. Fai attenzione ai prodotti che usi, l’uso di solventi o detergenti acidi sulle parti in plastica dello scaldacera può danneggiare il materiale e causare incrinature o deterioramento prematuro.

5. Posizionai i “collari di carta” per proteggere lo scaldacera

Per ridurre la comparsa di macchie di cera sullo scaldino, può essere utile usare collari di carta da posizionare attorno al contenitore per la cera. In questo modo, i macchinari saranno protetti da eventuali gocce di cera sullo scaldacera durante i trattamenti.

Scaldacera professionale: le cose da NON fare

Ora che sai come pulire lo scaldacera come un professionista, discutiamo di ciò che dovresti evitare durante la pulizia o anche durante l’utilizzo dello strumento. Ecco alcune regole essenziali da seguire perchè tutto fili lisci per anni!

1) Non riscaldare senza cera nella pentola
Ciò non farà altro che surriscaldare tutto il dispositivo, compreso le parti elettroniche. E’ il modo più comune per bruciare i chip elettronici e danneggiare irreversibilmente lo scaldacera professionale

2) Non lasciare lo scaldacera acceso per tutta la notte

Anche se usi il tuo scaldacera ogni giorno, lasciarlo acceso con la cera per tutta la notte ne ridurrà la durata e aumenterà le possibilità di contaminazione della cera, per non parlare del fatto che può essere pericoloso per te, il tuo ambiente di lavoro e i tuoi clienti.

3) Non immergere il dispositivo in acqua

Se lo scaldacera si sporca in maniera eccessiva (un incidente o un passo falso può succedere a chiunque), non immergere mai l’intero dispositivo in acqua. L’acqua non rimuove la cera, oltre al fatto che potresti rovinare il dispositivo mandandolo in corto.

4) Togli corrente prima di pulire lo scaldacera professionale!

Come abbiamo visto, scaldare leggermente la cera prima di rimuoverla può aiutare molto. Ma al momento della rimozione scollega il dispositivo. Spegni e scollega la spina, quindi estrai la cera dalla pentola e pulisci il dispositivo.


Dubbi o domande su uno scaldacera professionale in particolare?

Non esitare a chiedere nei commenti! Un saluto!

Laura
Ormai ben più sugli "anta" che gli "enta", ho un'esperienza decennale in ambito cosmetico, sia per quanto riguarda la selezione degli ingredienti che per quanto riguarda l'analisi dei makeup. Nella mia carriera ne ho viste -letteralmente- di tutti i colori (stravagantissimi Vip compresi). Nel 2015 ho deciso di aprire un blog di makeup con una mia socia, viste le continue richieste di consigli. Ciò di cui parlo l'ho sperimentato sulla mia pelle...e sulla pelle degli altri!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here