Qual è il migliore smalto semipermanente in Italia? Come sceglierlo? E come applicarlo in maniera veramente perfetta?

Oggi risponderemo a queste domande, e in particolare:

1) Vedremo i migliori smalti semipermanenti che possiamo applicare a casa

2) Vedremo la guida COMPLETA all’utilizzo degli smalti semipermanenti, con tutte le risposte alle principali domande.

A tutte piace avere unghie brillanti e curate, ma sappiamo quanto sia difficile mantenerle belle e impeccabili.

Purtroppo non c’è smalto “normale”, anche il più costoso, che ci permetta una soluzione perfetta per lungo tempo.

Ecco perché l’applicazione dello smalto semipermanente è la soluzione migliore per una stesura facile e duratura, che si mantiene perfetta fino alla rimozione, che verrà decisa da noi, in base alla ricrescita dell’unghia.

Se hai qualsiasi dubbio, domanda o curiosità, non esitare a chiedermi nei commenti in fondo all’articolo!

La composizione base è un composto plastico che allunga la durata dello smalto sulle unghie, ne permette l’indurimento tramite la lampada UV o LED e ne favorisce immediatamente l’adesione.

Ricordo che abbiamo già visto qui le migliori lampade unghie UV (per uso domestico o professionale).

Tale strumento sarà cruciale per avere una stesura e un indurimento perfetto dello smalto semipermanente sulle nostre unghie. Dunque non trascuriamolo!

La manicure con smalto semipermanente ha come grande vantaggio quello di risultare duraturo e perfetto per diverse settimane.

Abbiamo visto che è un ottimo compromesso tra le unghie naturali e quelle finte o ricostruite, è meno invasivo, danneggia le unghie in maniera minore e permette di ottenere meravigliosi risultati in termini di brillantezza e di durata.

Attenzione però, lo smalto semi permanente in gel può diventare nocivo per le nostre unghie se i prodotti non sono di qualità. I prodotti scadenti e che non sono certificati potrebbero sviluppare allergie e questo vale anche per i solventi, che se risultano troppo aggressivi possono indebolire le unghie, tanto da renderle fragili per diversi mesi.

Per questo cercheremo insieme di capire quale è il metodo migliore per applicare lo smalto semi permanente da sole, in modo facile e rapido.


Smalto semipermanente a casa: l’occorrente prima di partire!

Per un’applicazione perfetta, di cui saremo davvero soddisfatte avremo bisogno di:

  1. Una base-coat ossia una base da mettere fra l’unghia e lo smalto
  2. Lo smalto semipermanente vero e proprio
  3. Il top-coat, ossia uno strato per proteggere lo smalto 3-4 settimane in più
  4. Un fornetto a lampada UV o LED, indispensabile per polimerizzare (asciugare) lo smalto
  5. (Opzionale) Un remover che permetta di rimuovere lo smalto nelle settimane successive

Infine segnalo che a volte si utilizza anche un cleaner specifico, ovvero, un liquido che toglie la patina che rimane sull’unghia dopo averla messa nella lampada. Resta comunque opzionale.

Ricordo che più avanti, dopo la classifica, descrivo in maniera dettagliata ogni passaggio, in modo da permettere di ottenere risultati degni di un lavoro professionale!

Benissimo, dopo questa veloce introduzione siamo pronte a vedere i migliori smalti semipermanenti attualmente in commercio.

Ricordo che la classifica è periodicamente aggiornata, dunque troveremo sempre i migliori smalti semipermanenti ad oggi in commercio. Iniziamo!

Smalti semipermanenti: i migliori [CLASSIFICA]

Smalto semipermanente: gel remover

8. Mylee Nail – Polish Wipe + Gel Remover

gel-remover semipermanenteIniziamo con un remover, in modo da poter essere attrezzate fin da subito nel caso volessimo rimuovere lo smalto.

Nail Prep è un ottimo prodotto, indispensabile se ci siamo attrezzate ad avere un kit per unghie in gel. È una soluzione semplice, ma molto efficace per creare una manicure perfetta.

Viene proposto in due flaconi, con colorazioni diverse, proprio per non sbagliare, ed il prodotto è studiato per offrire trattamenti di alta qualità. Nonostante sia un prodotto poco noto, funziona benissimo e i due flaconi durano a lungo.
Troviamo un flacone che agisce come remover, e l’altro come detergente per eliminare la parte appiccicosa del gel indurente (si usa solitamente subito dopo la polimerizzazione con lampada UV).

I due flaconi sono dotati di un dosatore, per cui il prodotto non va sprecato: come detto, uno è un remover, l’altro uno sgrassatore.

Se si seguono le istruzioni attentamente, si lascia il remover in posa per circa 15 minuti, così che lo smalto riesca a sciogliersi. Lo smalto semipermanente si toglie in un attimo, poi si applica l’altro prodotto per sgrassare l’unghia.

Infatti il compito del Nail Prep è quello di detergere in maniera approfondita l’unghia, eliminando eventuali tracce oleose.

Molto semplice da usare, basta utilizzare un quadratino di cotone imbevuto per detergere tutta la superficie dell’unghia, senza trascurare due zone importanti come le cuticole e il margine libero.

Un kit di rimozione per smalto semipermanente efficace e dotato di ottimo rapporto qualità prezzo.

Mylee Nail – Polish Wipe + Gel Remover – Prezzo: 19,90 euro


Top Coat per smalto semipermanente

7. Mèanail – Base Coat & Top Coat

top-base-coat-semipermanenteNon esiste manicure professionale che si rispetti senza che venga inclusa base coat e top coat.

La funzione della base è duplice, perché non solo deve far durare più a lungo lo smalto semi permanente, ma deve correggere otticamente le macchie gialle e le imperfezioni.

La base si applica dopo aver eseguito la manicure e aver pulito l’unghia. La base si stende come un normale smalto, cercando di non toccare le cuticole, e se dovesse succedere aiutiamoci con i bastoncini per cuticole per togliere il prodotto in eccesso.

Quindi si asciuga con la classica lampada LED/UV. La funzione principale della base è quella di proteggere l’unghia dagli smalti, evitando che si ingiallisca e si indebolisca. In questo caso aiuta lo smalto ad aderire meglio, aumentandone la durata e sublima le unghie.

Ricordiamoci che la base è indispensabile, ottimizza la posa e la tenuta dello smalto. A questo punto possiamo stendere lo smalto semipermenente. Lo asciughiamo un’altra volta, altro strato di smalto, polimerizziamo ancora, e per ultimo stendiamo il top coat.

Questo prodotto serve per avere una manicure perfetta, per rendere lo smalto lucidissimo e per fissarlo definitivamente. È sufficiente uno strato leggero, poi lo ripassiamo sotto la lampada. Ricordiamoci che il top va sgrassato, per evitare una sensazione appiccicosa.

Il risultato è veramente buono e la tenuta è eccellente. La decorazione delle nostre unghie sarà bellissima e il top coat donerà un effetto ultra-brillante.

Ma soprattutto, permetterà di prolungare la durata dello smalto semipermanente diverse settimane (fino a 4 in più!).

Mèanail – Base Coat & Top Coat – Prezzo: 14,90 euro


6. Kastiny – Perfect 24+3 Gel Polish

kastiny smalto semipermanente natale

Senza il minimo dubbio quello proposto da Kastiny è uno dei kit di smalti semipermanenti più belli di sempre.

Si tratta di un Kit regalo che permette veramente di sbizzarrirsi con tutti i colori possibili immaginabili. Sempre allo stesso link troviamo anche la versione colori da “sirena” e quelli più caldi che danno sul rosso arancio.

Il kit comprende 24 bellissimi colori gel da 5 ml e 7,5 ml di base, rivestimento lucido e opaco per creare i tuoi stili di unghie popolari. Quindi un kit completo in tutti gli aspetti.

Questo kit di smalti semipermanenti va completata con base e top coat. In questo modo ha una durata minima di 20 giorni, ma diverse utenti parlano di oltre 1 mese di unghie perfette.

Naturalmente lo smalto va polimerizzato con una lampada UV.

Come tutti gli smalti che ho scelto, anche questo kit di smalti è composto da ingredienti atossici che lo rendono sicuro e hanno un basso odore. Gli ingredienti della resina naturale gli conferiscono una grande copertura, una finitura liscia e altamente pigmentata e non danneggeranno la pelle e le unghie.

Davvero il tocco in più l’aver aggiunto 3 colori glitterati, che si prestano perfettamente per le occasioni speciali o le festività!

Personalmente lo trovo un kit meraviglioso, ideale anche come idea regalo a qualsiasi età. Una bambina impazzirebbe di gioia con un kit del genere. Una qualsiasi altra donna lo apprezzerà in egual misura!

Kastiny – Perfect 24+3 Gel Polish 24 Colori 24×5 ml – Prezzo: 30,99 euro


5. Skymore – Kit Smalto 20 colori

Per chi ama i colori del cielo e delle stelle… niente di meglio!

Parliamo di un kit di 20 colori di cui diversi glitterati, che ricordano i colori del cielo e dello spazio.

Sono presenti anche 2 Top Coat (Finitura Lucida e Finitura Opaca) e 1 Top Coat di Base.

La varietà di colori è stupenda, qualsiasi colore sembra gangiante.

Gli smalti si applicano molto bene, con una consistenza perfetta. Non sono nè troppo densi nè troppo liquidi.

Nessuna bolla, finitura opaca e lucide impeccabili e durata dei colori che supera abbondantemente le 3 settimane.

Non è un caso che sia uno dei kit più apprezzati e venduti anche online su Amazon. Davvero un kit stupendo, per le amanti dei colori rilassanti!

Skymore – Kit Smalto 20 colori 20×5 ml – Prezzo: 34,99 euro


5. Aimeili – Kit Smalto Semipermente 6×10 ml

smalto semipermanente aimeiliPassiamo ai veri e propri smalti gel semipermanenti.

AIMEILI utilizza una base coat per ottenere uno smalto dall’effetto lucido. È resistente e duraturo, è facile da applicare e da rimuovere. La base della composizione di questo tipo di smalto è l’acrilico, un composto plastico che permette allo smalto di durare più a lungo.

Come abbiamo visto, lo smalto in gel è una via di mezzo tra lo smalto comune e la ricostruzione semipermanente delle unghie. È uno smalto che si asciuga con lampade UV/LED e può essere applicato sia sulle unghie ricostruite sia su quelle naturali e la sua durata media è di circa tre settimane.

Stiamo molto attente a quello che comperiamo, controlliamo che il prodotto sia sicuro e certificato dalla CE e se abbiamo problemi di budget affidiamoci a marchi con un prezzo vantaggioso, ma di buona qualità.

L’uso di raggi UV o lampade LED permette l’adesione istantanea all’unghia. Ricordiamoci sempre che le unghie non soffriranno se la qualità dei prodotti che usiamo è valida, eviteremo allergie, micosi e altre infezioni che potrebbero danneggiare la superficie dell’unghia.

Lo smalto Aimeili è una marca non molto conosciuta, che offre smalti gel a prezzi contenuti, ma di discreta qualità. Forse la scelta dei colori non è ampia come per altre marche, ma lo smalto si stende molto bene, asciuga velocemente ed è ultra-lucido.

Quello che ho scelto è un set da 6 colori, tutti tendenti allo scuro. La durata è eccellente e capace di resistere settimane. Per il prezzo a cui sono proposti, restano una scelta davvero ottima.

Aimeili – Kit Smalto Semipermente 6×10 ml – Prezzo: 18,99 euro


4. Clavuz – Kit Manicure Semipermanente Soakoff 6×10 ml

smalto semipermanente clavuzPassiamo ad uno dei brand con una gamma colori tra le più varie in assoluto.

Quella che ho scelto io è una delle più apprezzate in Italia, ossia 6 colori classici che variano dalla tonalità dorata a diverse sfumature di rosa.

Ma andando a vedere su Amazon, vedremo che ci sono oltre 20 kit differenti tra cui poter scegliere!

Le tinte sono stupende e sgargianti e i colori sono adatti per ogni occasione. Il materiale è sicuro e innocuo: non contiene formaldeide, toluene o dbp. I prezzi sono più che abbordabili.

Buona la consistenza anche se come vedremo più avanti è tendenzialmente più densa della media. I colori sono come in foto, molto coprenti fin dalla prima passata e veloci da asciugare con lampada UV.

La tenuta è ottima, con una durata media di due settimane.

Qualche aspetto negativo in realtà lo troviamo. La texture è forse fin troppo densa il chè potrebbe creare qualche problema di stesura alle meno esperte di noi.

Questi kit di smalti semipermanenti consentono di unire discreta facilità di stesura in circa venti minuti di realizzazione, oltre alla catalizzazione nelle lampade UV-LED.

Inoltre rispettano la struttura dell’unghia e non richiedono limatura né in fase di applicazione, né in fase di rimozione.

Non mi stancherò mai di raccomandare un’ottima manicure prima di procedere alla stesura dello smalto, proprio per evitare delusioni nell’effetto estetico finale. Rispettiamo i tempi dei vari passaggi, in modo che l’unghia non si stressi, soprattutto in fase di rimozione.

La durata degli smalti è nella media, tranquillamente fra le 2 e le 3 settimane. Fra i tanti brand, uno di quelli che dona una migliore varietà di colori ed effetti.

Clavuz – Kit Manicure Semipermanente Soakoff 6×10 ml – Prezzo: 13,99 euro


3. Elite99 – Kit completo Coat + 4 Colori 4×7,3 ml

smalto semipermanente elite99Gli smalti semipermanente Elite99 sono tra i più venduti di oggi in Italia e garantiscono diverse combinazioni di colori.

Io ho scelto la 001, la più classica, ma come vedremo ce ne sono davvero per tutti i gusti.

Le prestazioni di questi gel semipermanenti assicurano una manicure perfetta per oltre due settimane. Il formato è pratico e maneggevole, la varietà dei colori è notevole e i prezzi sono accessibili a tutti. Gli smalti hanno una bella consistenza, sono facili da stendere ed i colori sono brillanti.

Da apprezzare la semplicità di stesura, la lucentezza dei colori, la durata e l’ottima qualità/prezzo. Già con la prima mano si può catalizzare con il top coat, se vogliamo marcare meglio il colore completiamo con la seconda.

La densità risulta più che buona e con due passate il risultato è veramente di ottimo livello. Inoltre la durata è ottima e le due settimane sono ampiamente rispettate (si arriva tranquillamente a 3 settimane con unghie perfette).

Parliamo di INCI: questo prodotto è piuttosto sicuro e innocuo, essendo privo di formaldeide, toluene e dbp. Anche la resina di formaldeide che troviamo in alcune linee di questa collezione è atossica. Questo è un argomento molto importante, perché finalmente abbiamo preso consapevolezza di quello che acquistiamo.

Altra cosa, secondo me molto importante, è che si tratta di uno smalto soak-off, ossia può essere rimosso mettendo in ammollo le unghie o facendo degli impacchi con l’apposito remover. Quindi non è necessario ricorrere alla limatura. In questo modo si manterrà l’unghia sana, perché è bene ricordare che anche il minimo uso della lima sull’unghia toglie strati di cheratina, danneggiandola inevitabilmente.

Un kit completo ad un prezzo davvero insuperabile.

Elite99 – Kit completo Coat + 4 Colori 4×7,3 ml – Prezzo: 14,99 euro


2. Janolia – Smalti Semipermanenti set 36 Colori

smalto-semipermanente-janolia-36Questo straordinario set di 36 smalti semipermanenti, dall’effetto lucido a specchio, permette di ottenre unghie di qualità semi professionale con una varietà di colori elevatissima.

La qualità del prodotto è convincente, realizzato con diversi ingredienti naturali, non è tossico e non crea danno alle unghie.

Si tratta di un kit smalti semipermanenti resistenti, la cui stesura è facile e si asciuga in modo molto rapido. Tutti gli smalti vengono proposti in una scatola trasparente ed ognuno dei 36 smalti è contenuto in un piccolo contenitore perfettamente sigillato.

I colori sono davvero tanti ed anche in svariate sfumature, compresi i colori pastello e quelli neutri. I colori sono ben definiti e coprenti, e l’asciugatura è veloce.

Faccio notare che non tutte riescono a destreggiarsi con il tipo di pennello proposto, ma basta lavare bene un vecchio pennello e il problema è risolto. Quando applichiamo lo smalto, la consistenza del primo strato deve essere sottile ed anche se può sembrare che lo smalto non si stenda bene, con la seconda passata il risultato è omogeneo e perfetto.

Come sempre si catalizzano sia in lampada UV in 60 secondi. Ricordiamoci sempre di pulire i pennelli dopo l’uso, asciugarli all’aria e al riparo dal sole.

Come sempre il mio consiglio è di eseguire una buona manicure per potenziare la durata degli smalti sulle unghie e limitare qualsiasi imperfezione.

La forza di questo kit di smalti semipermanenti è senz’altro la grande varietà dei colori. La resistenza è perfettamente nella media e si attesta fra le 2 e le 3 settimane senza difetti.

Janolia – Smalto Semipermanente 36 Colori 36×10 ml – Prezzo: 29,88 euro


1. Mesuda – Kit Gel Polish

smalto semipermanente mesaudaConcludiamo con un Kit di primissima qualità.

Mesauda semipermanente è un brand tra i più famosi al mondo e troveremo questo tipo di smalti anche in diversi centri estetici.

È un kit che contiene tutto il necessario per realizzare una perfetta manicure. Troviamo: Nail Prep sgrassatore, che viene usato per pulire l’unghia e rimuovere eventuali tracce oleose naturali prima di cominciare le varie applicazioni sull’unghia.

Ultrabond Primer è un promotore di adesione. Gel Polish si utilizza sia come base che come top di finitura. La colorazione scelta da me è Milano Red, un intramontabile rosso classico.

Presente anche il Remover, la soluzione detergente per la rimozione del gel.

Gel Polish è un sistema di laccatura formidabile, ha un’adesione eccellente all’unghia naturale ed il colore ha una incredibile brillantezza, che riveste e colora l’unghia naturale e polimerizza completamente in meno di 2 minuti.

Come spesso succede, se la prima stesura è sottile (ma io lo consiglio sempre) risulta non troppo omogenea, ma con una seconda stesura tutto si risolve.

La durata dello smalto semipermanente mesauda è ottima. Tranquillamente 3-4 settimane. Quello che rende particolari questi smalti è la nuova formula che viene definita autolivellante, ossia la capacità che ha lo smalto di aderire all’unghia in maniera naturale.

Inoltre, non avendo un odore troppo penetrante, sono smalti molto graditi alle persone sensibili. Completo di istruzioni per chi non è molto pratica di smalti semi permanenti, ha incontrato grande successo per la facilità con cui si può realizzare il sogno di avere unghie perfette, per la durata e per la brillantezza.

Il kit di smalti semipermanenti mesauda è un modo semplice per avere unghie curate dalla A alla Z a casa propria. Cosa molto importante non rovina l’unghia, perché la rimozione è semplice e non necessita l’uso di lima o fresa.

Senza dubbio questo kit smalto semipermanente mesauda è un prodotto assolutamente professionale e completo.
Di contro, c’è che comprende 1 solo colore, a differenza di tutti gli altri visti prima.

Mesuda – Kit Gel Polish – Prezzo: 32,00 euro


Smalto semipermanente: guida all’applicazione

La chiave per avere unghie sane e perfette è seguire una serie di passaggi ben definiti prima e dopo l’applicazione dello smalto.

1) Preparazione

fornetto unghie 4Iniziamo con l’applicazione di un buon liquido igienizzante che prepara per la stesura o per la ricostruzione.

Passiamo poi a stendere un gel, che ha la funzione di ammorbidire le cuticole e ne previene la rottura, quindi le spingiamo con l’apposito bastoncino per cuticole verso l’alto per avere un contorno dell’unghia perfetto senza procurare dei danni.

Non ci si pensa, ma anche la forma dell’unghia incide sulla durata dello smalto. La forma arrotondata e di lunghezza media è la soluzione migliore, perché si evitano scheggiature e sollevamenti per quello che riguarda l’unghia, e sia a casa come al lavoro è la forma più comoda e funzionale per non compromettere la durata del nostro smalto.

Quindi eseguiamo la manicure con gli strumenti classici, dando la forma desiderata all’unghia, poi elimineremo eventuali residui oleosi passando il buffer. I

l buffer, o mattoncino, svolge due funzioni, quella levigante e quella opacizzante. Funzione levigante: il buffer elimina tutte quelle impurità che si depositano sullo strato superficiale dell’unghia.

Così la superficie risulta più liscia, uniforme e pulita e toglie quelle piccole irregolarità come piccoli solchi o striature.

Funzione opacizzante: il buffer è uno strumento indispensabile per preparare l’unghia alla ricostruzione in gel o acrilico, perché opacizza l’unghia, così da evitare rischiosi sollevamenti e poter garantire una ricostruzione ottimale.

Un consiglio: la frequenza ideale di utilizzo del buffer è ogni due settimane, per non indebolire l’unghia. Ricordiamoci che le unghie, prima dell’applicazione, devono essere perfettamente asciutte, per cui sconsiglio di lasciarle in ammollo per ammorbidire le cuticole, ma come ho scritto prima, usiamo un prodotto specifico che le rimuova. Questo sistema è detto dry manicure, cioè manicure a secco. Vi assicuro che funziona bene.

2) Asciugamento con fornetto/lampada unghie

I passaggi per la stesura dello smalto semipermanente sono 4.

1) Si prepara l’unghia opacizzandola con il buffer, ripuliamo i residui di polvere con un cleanser, poi stendiamo uno strato di base trasparente (base finish) sigilliamo la punta dell’unghia e inseriamo le dita nella lampada UV o LED.

Il tempo di esposizione è indicato nel libretto delle istruzioni, che generalmente corrisponde a 30 secondi in lampada LED e a 2 minuti in quella UV. Ricordiamoci che la base, oltre a rendere omogenea la superficie dell’unghia, la protegge dal pigmento dello smalto.

2) Procediamo con la prima stesura e la polimerizziamo con la lampada.

3) Procediamo con il secondo strato di colore, per un risultato più ricco e coprente. Catalizziamo una seconda volta.

4) A questo punto stendiamo il fissante (top coat) per l’effetto lucido finale e utilizziamo nuovamente la lampada. Per ultimo sgrassiamo le unghie con il cleanser, un liquido a base alcolica, e possiamo anche applicare un olio nutritivo per rendere le nostre unghie belle e idratate.

3) Rimozione dello smalto semipermanente

Bisogna stare molto attente in questa fase, perché il rischio di rovinare l’unghia è facile. Per prima cosa utilizziamo una lima per eliminare lo strato più esterno, quello lucido, ma facendo molta attenzione a non rovinare l’unghia e cercando di essere delicate.

Questo passaggio è indispensabile, perché aiuta il remover a rimuovere lo smalto più facilmente.

Ricordo che l’acetone non va assolutamente bene e serve un solvente specifico.

Quindi strofiniamo l’unghia con un batuffolo imbevuto di remover e se vogliamo un risultato perfetto avvolgiamo le dita nella carta stagnola per ammorbidire lo smalto e aspettiamo 15 minuti circa.

Quando lo smalto si sarà ammorbidito, si potrà rimuovere con un bastoncino per cuticole in legno d’arancio.

Terminata questa operazione ricordo di pensare a reidratare ed a nutrire le unghie con creme nutrienti e ricche di vitamine (quelle per la pelle andranno benissimo!). Lasciamole riposare per qualche tempo, poi possiamo utilizzare uno smalto rinforzante e nutriente.

Non dimentichiamo che la qualità dei prodotti usati fa sempre la differenza!


Lampada UV o Lampada LED?

fornetto unghie 2Una domanda molto frequente che mi viene fatta: lampada UV o lampada LED? Si può dire che la funzione di entrambe è la medesima, cioè solidificano i prodotti foto-indurenti attraverso la catalizzazione, ma utilizzano tecniche diverse.

È giusto precisare che entrambe le lampade emettono raggi UV, senza i quali i nostri prodotti non catalizzerebbero.

Le lampade LED hanno una durata molto lunga, sono in materiale plastico e non contengono sostanze tossiche. Inoltre, a differenza delle UV, non necessitano del cambio periodico dei Bulbi, (i tubi fluorescenti che si trovano all’interno) che sono di durata lunghissima e i Diodi utilizzati sono infrangibili.

Quindi, considerando l’uso per cui viene utilizzato, è solitamente meglio scegliere una lampada LED, essendo molto resistente e facilmente maneggevole. Ma soprattutto i tempi di asciugatura sono velocissimi, passando dai 2-3 minuti delle lampade UV ai 30 secondi delle lampade LED.

Attenzione: i vari componenti che troviamo nelle formulazioni di gel, o smalti semipermanenti, reagiscono con diverse lunghezze d’onda. È per questo che alcuni smalti non solidificano all’interno di alcune lampade.

Quindi assicuriamoci, prima dell’acquisto, che tra i vari componenti ci sia compatibilità! Esiste anche un’ottima versione ibrida a LED più CCLF (cold catod lamp fluorescent), cioè un bulbo UV a serpentina.

Comunque sia, ho analizzato a fondo le lampade unghie in questo articolo, soppesando quelle che a mio avviso sono le migliori, tra l’altro adatte a praticamente qualsiasi tipo di gel.

Se hai dubbi, dai un occhiata a quella guida!


Smalto semipermanente: la tecnica del soak Off

Ultimamente ha preso piede la tecnica del soak off.

Viene definita una nuova soluzione tra la ricostruzione in gel e il semi permanente. Gli smalti semipermanenti soak off seguono il medesimo procedimento dei classici smalti semi permanenti, ma sono più morbidi e meno densi e sono nati proprio per mantenere le unghie sane.

La differenza sta nella rimozione, poiché questi smalti vengono rimossi senza lima, e basta un solvente studiato per questo prodotto. Infatti, in italiano viene tradotto con “stare in ammollo”, in quanto gli smalti soak off possono essere tolti mettendo in ammollo le unghie o facendo degli impacchi con il remover specifico.

Anche in questo caso esistono dei kit comprensivi di tutto l’occorrente per provare questi smalti morbidi, bellissimi e innovativi. Tuttavia la durata è un po’ inferiore a quella degli smalti semi permanenti. Sembra la soluzione perfetta? Non proprio.

Un aspetto negativo c’è anche qui, poiché lasciare in ammollo nel remover (che poi è a base di acetone) le nostre unghie per la rimozione dello smalto le può indebolire, anche se possiamo trovare un buon compromesso attraverso le spiegazioni che sono contenute nei prodotti acquistati.

La qualità di questi smalti è buona, la stesura è semplice e in particolare sono prodotti autolivellanti, cioè non vanno a creare quello spessore aggiuntivo che può essere causa di rottura. Ma non sono necessariamente migliori rispetto agli smalti semipermanenti di tipo “classico”.


Gel per ricostruzione e smalto semipermanente: le differenze

Spesso si fa confusione tra il gel unghie e il semipermanente in gel.

Ricordiamoci che uno smalto semipermanente è un prodotto foto indurente in gel considerato una via di mezzo tra la ricostruzione dell’unghia in gel e lo smalto comune. Da qui la dicitura smalto semi permanente in gel.

I termini sono similari, ma la differenza tra queste due tecniche è notevole, quindi bisogna capire bene quale è la soluzione migliore in base alle nostre esigenze economiche ed al tempo a disposizione.

La ricostruzione in gel consente di dare una nuova forma o lunghezza all’unghia. È una tecnica molto resistente, può durare anche più mesi, ma per la rimozione è indispensabile la limatura che può lasciare le unghie graffiate e sofferenti.

Anche lo smalto semipermanente in gel viene fissato con una lampada UV/LED, ma non permette di modificare la forma dell’unghia. Dura massimo 3 settimane e la rimozione è semplice e veloce. La seduta di applicazione dello smalto semipermanente è di circa 30 minuti, mentre per la ricostruzione in gel servono circa 2 ore. Una bella differenza!

Inoltre il semipermanente si presenta in una boccetta simile a quella dello smalto classico, comprensivo di pennello, mentre il gel per ricostruzione è generalmente contenuto in un barattolino e non ha il pennello e viene utilizzato da professioniste del settore.

Qui non siamo andati ad approfondire lo smalto-gel, perché necessita di grande esperienza e viene eseguito da personale specializzato. Ne consegue che anche il costo è molto più alto.

In questo caso abbiamo trattato solo smalti semipermanenti ad uso estetico, ma non utili a ricostruire la struttura dell’unghia!


Smalto Semipermeante: Domande Frequenti

Cos’è uno smalto semipermanente?

Lo smalto semi-permanente è uno smalto molto più duraturo dello smalto tradizionale, ed è di facile applicazione. È un prodotto foto indurente, cioè a contatto con lampade UV e LED è in grado di passare dallo stato liquido a quello solido.

Essendo considerato una via di mezzo tra la ricostruzione in gel e lo smalto tradizionale, viene anche chiamato smalto-gel, creando però confusione con il gel unghie utilizzato per la ricostruzione vera e propria.

Con un po’ di pazienza e aiutandoci con dei kit professionali saremo finalmente in grado di ottenere ottimi risultati anche a casa.

Lo smalto semi permanente è un tipo di smalto indicato a donne che vogliono avere mani e unghie perfette senza ricorrere alla ricostruzione delle unghie, soluzione parecchio invasiva, e permette di avere unghie impeccabili per circa 3 settimane.

Questo smalto ha un grande successo perché rappresenta una via di mezzo tra lo smalto-gel e lo smalto classico, ed i colori e la facilità di applicazione sono i fattori vincenti.

Ancora di più, come abbiamo già visto, gli smalti semi permanenti soak off sono un ulteriore passo avanti per una stesura ed una rimozione sempre più facile e sicura, poiché basta utilizzare il solvente specifico per unghie in gel e lo smalto soak off si scioglierà facilmente.

Non dimentichiamo che gli smalti di qualità contengono delle sostanze che rinforzano la cheratina e quindi le unghie diventano più elastiche e si spezzano meno. Se invece sono di scarsa qualità, possono contenere sostanze allergizzanti che possono creare molti problemi.

I vantaggi di questo tipo di smalto sono quindi la durata, perché rispetto ad uno smalto classico dura circa 3 settimane, la velocità, in quanto in 30 minuti il lavoro è completato, l’applicazione, molto semplice, con una consistenza similare allo smalto tradizionale, che consente un utilizzo sull’unghia naturale e su quella ricostruita, la facile rimozione, cosa impensabile con il gel, ed è molto veloce, perché non ha bisogno di essere limato, ma basta un o specifico solvente per unghie.

Gli svantaggi riguardano la durata inferiore rispetto ad una ricostruzione-gel. Quest’ultima tra ricostruzione ed eventuali ritocchi dall’estetista dura parecchi mesi e la sua bellezza rimane intatta, l’applicazione di uno smalto semi permanente dura massimo 3-4 settimane.

Cos’è lo smalto semi permanente peel off?

Lo smalto  semipermanente peel off è un nuovo tipo di smalto semipermanente, dalla durata piuttosto breve, una settimana circa, molto denso e pigmentato, che presenta una velocità di applicazione e rimozione unica.

La formula prevede solo lo smalto peel off, il twin coat (che è un gel semi permanente con doppia funzione di base e di top coat) e la lampada per polimerizzare.

Aderisce all’unghia perfettamente servendosi del twin coat e si toglie in un sol gesto, sollevandolo come un adesivo. È una soluzione pratica e veloce, e consiglio il kit specifico, necessario per eseguire correttamente l’applicazione del prodotto.

La differenza con il semipermanente è che non necessita di tutti i passaggi indispensabili, perché il twin coat fa sia da base che da top coat, poi in fase di rimozione non c’è bisogno né di sgrassante né di solvente. Solitamente sono sufficienti pochi minuti per rimuoverlo, immergendo le mani in acqua ben calda. Se rimangono dei residui si possono limare con il buffer. Il tempo di applicazione totale è di circa 10 minuti.

Certamente lo smalto peel off è una rivoluzione all’interno degli smalti semipermanenti e si toglie con un gesto. La stesura è semplice e la brillantezza si mantiene per circa una settimana. La condizione indispensabile è avere una lampada UV/LED.

Gli smalti semipermanenti danneggiano l’unghia?

Ci tengo a precisare che i migliori smalti semi-permanenti rispettano la struttura dell’unghia.

Nella selezione degli smalti semipermanenti che ho posto in classifica ho dedicato particolare attenzione a questo aspetto.

Ricordiaoci anche che lasciare riposare l’unghia tra un’applicazione e l’altra, anche per un breve periodo, (qualche giorno) è sempre un buon suggerimento.

Lasciamo che le unghie respirino per un po’. Se proprio non resistiamo, esistono smalti curativi che apportano alle unghie vitamine e sostanze nutrienti.

Quanto dura uno smalto semipermanente?

In genere uno smalto semipermanente durerà da 3 a 5 settimane. La durata dello smalto-semipermanente dipende in primo luogo dalla qualità dello smalto. In secondo luogo dalla crescita delle unghie, cioè più è rapida la crescita dell’unghia e meno dura lo smalto, poiché la base potrebbe muoversi e staccarsi ai lati.

Inoltre è molto importante sapere se le nostre unghie sono sane o sofferenti, poiché dovessero essere deboli o sfaldate, la base su cui aderirà lo smalto non sarà uniforme e di conseguenza verrà compromessa la durata dello smalto sull’unghia.

Quali sostanze devo evitare nella scelta dello smalto semipermanente?

Esistono alcune sostanze che sono assolutamente da evitare. Fra queste, evitiamo sempre in particolare la formaldeide, il toluene, lo dibetilftalato e lo xilene. Cerchiaom di dare sempre un occhio alle etichette degli smalti, che secondo una direttiva europea devono menzionare tutti i componenti contenuti nel prodotto.

Posso utilizzare smalti semipermanenti di diversi brand?

In questo caso il mio consiglio è di evitare la sovrapposizione di smalti differenti. Questo perchè ogni brand ha una sua linea di componenti chimici che consente di ottenere determinate caratteristiche finali, ma i componenti usati, a parità di risultato, possono contenere percentuali di prodotto diverse.

Mescolare ingredienti diversi in taluni casi pu portare a reazioni chimiche (minori) che per sarebbe meglio evitare. Per esempio uno smalto a base acida sopra uno smalto basico potrebbe dare una reazione salina ossidante per l’unghia. Dunque, evitiamo di sovrapporre smalti di brand diversi uno sull’altro.

Nessun problema invece per smalti dello stesso brand. Naturalmente è meglio asciugare il primo strato e solo successivamente “scriverci” sopra con un altro colore!


Ecco dunque tutto quello che c’è da sapere sulla scelta degli smalti semipermanenti.

Dubbi domande o curiosità a riguardo?

Non esitare a scrivermi nei commenti. Ti risponderò volentieri!

A presto!

Ormai ben più sugli "anta" che gli "enta", ho un'esperienza decennale in ambito cosmetico, sia per quanto riguarda la selezione degli ingredienti che per quanto riguarda l'analisi dei makeup. Nella mia carriera ne ho viste -letteralmente- di tutti i colori (stravagantissimi Vip compresi). Nel 2015 ho deciso di aprire un blog di makeup con una mia socia, viste le continue richieste di consigli. Ciò di cui parlo l'ho sperimentato sulla mia pelle...e sulla pelle degli altri!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here